I PRODOTTI DEGLI ORTI. La torzella o torza riccia

Orti Flegrei Mar, 13/02/2018 - 19:21

La torzella
E' uno dei più antichi tipi di cavolo chiamato anche “cavolo greco”, oltre che “torza riccia”. Presenta foglie ricce e carnose e - contrariamente agli altri cavoli - sopporta bene anche il caldo per cui si raccoglie sia in estate che in inverno.
LE ORIGINI: area mediterranea, giunta in Italia attraverso gli Etruschi. Anticamente tutti i cavoli erano solo da foglie e poi sono state selezionate le varietà da fiore e da testa.
VALORI NUTRIZIONALI: Una delle verdure più nutrienti e salutari del mondo per la ricchezza e varietà delle sua proprietà benefiche. Contiene più ferro per caloria di una bistecca e più calcio per caloria del latte ed è ricca di fibre e di acidi grassi. (Una porzione 120 mg di acidi grassi Omega 3 e circa 92 mg di acidi grassi Omega 6). Arricchite la vostra dieta consumandoli almeno 2/3 volte alla settimana, in porzioni abbondanti.
PROPRIETA' TERAPEUTICHE: Potente antinfiammatorio naturale, riduce il rischio di contrarre alcuni tipi di cancro, (al seno, alla vescica, alle ovaie, al colon e alla prostata). E' disintossicante e regola l'eliminazione delle tossine a livello genetico, mentre contribuisce all'incremento della presenza di glucosinolati, degli enzimi naturali considerati in grado di aiutare il fegato a depurarsi. Ottimo alleato contro l'ipertensione e la pressione alta grazie alla presenza dell'acido glutammico. Inoltre il sulforafano contenuto riesce a riattivare l'Nrf2, la proteina addetta a mantenere i vasi sanguigni sgomberi dagli accumuli di grasso.
COME CUCINARLO
La cottura al vapore permette che il cavolo mantenga le sostanze nutritive necessarie ad abbassare il colesterolo. Il vapore permette infatti di non alterare troppo la qualità delle fibre vegetali presenti nei cavoli. Affinché il cavolo mantenga le proprie caratteristiche benefiche, la cottura non dovrà superare i 5 minuti. In estate le foglie si consumano crude in insalate o per guarnire pietanze in combinazione con frutti di mare. Si mangia lessato o cotto al vapore. Potrete condire i cavoli cotti con olio, pinoli e aceto balsamico per renderli ancora più saporiti e gustare una nutriente insalata.
Una gustosa ricetta: Eliminate i gambi delle foglie e fate bollire queste ultime in acqua leggermente salata per circa 7/8 minuti. Poi scolatele e fatele insaporire qualche minuto saltando la verdura in una padella con un goccio d’olio, uno spicchio d’aglio e, se vi piace, del peperoncino. Aggiustate di sale e servite come contorno, oppure come condimento per una pasta o una bruschetta.
Per i vegani suggeriamo la crema (o la zuppa) di patate con la turzella oppure il pesto (vedi ricetta cavolo nero) che può accompagnare una succulenta linguina.